Lo zaino, la dotazione personale per un'escursione di un giorno


Tutta l’attrezzatura personale deve essere contenuta in uno zaino, o zainetto, sufficientemente capiente a contenere quello che serve per l’escursione, con spallacci imbottiti ed eventualmente con tasche esterne
  • borraccia per acqua, da 0,5 o 1 litro, un bicchiere, entrambi di plastica o metallo, non di vetro
  • contenitore in plastica per cibi, di capacità sufficiente a contenere il cibo preparato; cercare il modo che il cibo non si schiacci
  • occhiali da sole
  • burro cacao, crema solare, cerotti, carta igienica, eventuali salviette rinfrescanti; questi prodotti possono essere messi in una busta con cerniera, che sarà inserita nello zaino; se riuscite cercatene una di colore evidente, ad esempio di colore rosso o fucsia
  • un cambio per i lacci degli scarponcini o pedule
  • farmaci che eventualmente devono essere assunti come terapia programmata, nella finestra temprale intercorrente tra uscita di casa e rientro a casa 
  • sacchetti, due o più, per i rifiuti; non bisogna mai lasciare alcun rifiuto sparso sul terreno
  • sacchetti per riporre la biancheria utilizzata o sporca
  • un sacchetto impermeabile per sedersi a consumare il pranzo, qualora il terreno sia bagnato, oppure ci si trovi in presenza di neve
Abbigliamento. L’ideale è avere un abbigliamento che si adatti alle diverse condizioni meteo, aggiungendo o togliendo capi in funzione delle necessità; il così detto "vestirsi a cipolla"
E' importante che i capi che si indossano siano comodi e robusti
  • scarponcini o pedule da trekking (obbligatori) di tipo alto che proteggano possibilmente la caviglia
  • calze, di lana o di spugna, a seconda della stagione e della quota da raggiungere; evitare calze troppo sottili di cotone
  • canottiera o maglietta a mezze maniche, di lana o cotone a seconda della stagione
  • pantaloni tipo jeans, lunghi, comodi e robusti; possono anche essere usati i pantaloncini corti, come facoltativi, ma quelli lunghi sono meglio perchè proteggono le gambe
  • camicia più o meno pesante, di flanella o cotone a seconda della stagione e della quota da raggiungere
  • maglione o felpa o pile
  • giacca a vento, leggera o pesante a seconda della quota da raggiungere e della stagione
  • giacca antipioggia
  • berretto di lana, per il freddo o di tela per il sole
  • guanti di lana o imbottiti
  • mantellina impermeabile, per proteggersi in caso di improvviso acquazzone, che possa coprire anche lo zaino e le gambe
  • alcuni capi di riserva o di ricambio, che possono essere inseriti in un sacchetto impermeabile, da mettere nello zaino, al fine di evitare che in caso di pioggia si possano bagnare, ad esempio: un paio di mutande, una maglietta, un paio di calze di riserva, pantaloncini corti
Alimentazione
  • colazione: è importante una colazione al mattino abbondante, a base di cibi facilmente digeribili, come latte, tè zuccherato, yogurt, pane tostato o fette biscottate o biscotti o torta, burro, marmellata o miele, frutta
  • le sostanze più importanti per una normale escursione di un giorno sono i carboidrati (sostanze formate da carbonio e acqua, ad esempio: frutta, verdura, pane, cereali e prodotti a base di cereali, pasta, riso, latte e prodotti caseari, alimenti con aggiunta di zuccheri) che dovrebbero essere mangiati il giorno prima
  • l’acqua è l’elemento fondamentale del nostro corpo; viene eliminata anche con il sudore, deve pertanto essere reintegrata. Non deve quindi mai mancare una borraccia piena d’acqua, da riempire a casa prima della partenza o durante il percorso (attenzione perchè non sempre l’acqua si trova durante il percorso), meglio se con aggiunta di una bustina di sali minerali integratori
  • evitare le bevande gassate che gonfiano soltanto lo stomaco rendendo più faticosa la marcia
  • evitare anche cibi in barattoli di vetro, pesanti e pericolosi in caso di rottura
  • evitare cibi che generano sete
  • per il pranzo possono andare bene i panini preparati a casa, una fetta di torta, frutta secca, frutta fresca come banane e mele; evitare quella frutta che può facilmente deteriorarsi durante il cammino. Se possibile la frutta va inserita in uno specifico contenitore
  • devono anche essere considerati i prodotti alimentari necessari per coloro che hanno intolleranze da gestire o diete particolari da seguire
- -

Post popolari in questo blog

Percorso storico, Perosa Argentina ... a spasso con il tempo

Lo spettacolo "Tutti i colori del mondo"

proposta per la classe prima, anno 2019